Curiosità

mela-salute

Il famoso proverbio “una mela al giorno toglie il medico di torno” è famosissimo e presente in tantissime lingue e culture diverse, ma quanti di noi sanno davvero tutte le proprietà benefiche del frutto che noi di  Melaugusta amiamo di più?

Proviamo a esplorare il mondo di salute della Mela!

Le sostanze nutrienti delle mele

Le mele rappresentano una fonte alimentare essenziale di polifenoli (circa il 22% dei polifenoli necessari vengono assunti attraverso questi frutti). La quantità di polifenoli in una mela va da 110 a 347 mg per 100 g di parte edibile. Sono presenti anche discrete quantità di flavonoidi. Si pensi che nel corso di uno studio sono stati estratti oltre 12 kg di flavonoidi dalla sola buccia di circa un quintale di mele rosse (del tipo Delizia).

Le vitamine della mela: vitiamine B (vit. B1) 0,02 mg; riboflavina (vit. B2) 0,02 mg; niacina (vit. B3) 0,30 mg; acido folico (vit. B9) 1 mcg; vit. A 8,00 mcg; vit. C 5 mg. Tra i sali minerali della mela troviamo il sodio 2 mg; potassio 120 mg; ferro 0,3 mg; calcio 6 mg; fosforo 12 mg; zinco 0,1 mg.

Le proprietà delle mele

Facendo un’analisi dei composti fitochimici della mela si è potuto verificare che in questo frutto è presente un vero patrimonio di sostanze antiossidanti.

La mela fa bene in caso di colite, ritenzione idrica, diete dimagranti; può essere consumata in caso di diabete. La mela ha proprietà antinvecchiamento e anticancro. A differenza di altri frutti, non favorisce le fermentazioni intestinali.

 

Perché è importante consumare mele Melaugusta

I ricercatori hanno quindi attribuito la gran parte delle proprietà benefiche delle mele alla buccia, piuttosto che alla polpa fresca. Ecco perché occorre acquistare mele Melaugusta e mangiarle con la buccia!

 

grandemela

The Big Apple” è lo storico soprannome della città di New York.  Ma a quando risale questo soprannome? E, soprattutto, da dove deriva?

La domanda ha incuriosito diversi etimologi, che negli anni hanno fornito diverse – e spesso divertenti – versioni, tra cui quella secondo cui “Big Apple” sarebbe stato il nome del più famoso bordello della città, la cui proprietaria si sarebbe chiamata Eva.

I primi cenni storici sul soprannome “Big Apple” risalgono al 1909, quando Edward Martin, sindaco di Kansas City, scrisse nel suo The Wayfarer in New York : “Il Kansas è incline a vedere New York come una città avida ed ingorda…una grande mela che riceve una sproporzionata parte di linfa vitale da parte della nazione (ndt)”. Ma in molti (inclusi gli autori del Random House Dictionary of American Slang) pensarono più ad una metafora, che non all’origine del termine che ha poi contraddistinto la città di New York.

ny_mela

La popolarità del soprannome è dovuta a John J. Fitz Gerald, un giornalista sportivo degli anni ’20 che lavorava per il New York Morning Telegraph, e che, a partire dal 1921, utilizzò The Big Apple in diversi articoli inerenti le corse dei cavalli. Fu lui stesso, dopo circa tre anni, a scrivere un articolo esplicativo, dal titolo Around the Big Apple, dove scrisse : “La Grande Mela. Il sogno di ogni ragazzo che abbia mai cavalcato un purosangue: la meta di ogni fantino. Esiste una sola Grande Mela, ed è New York (ndt)”.

Da allora Fitz Gerald utilizzò sempre questo soprannome negli articoli riguardanti New York, e fu ben presto imitato da molti colleghi.

A partire dagli anni ’30 The Big Apple era sinonimo di New York City, e per tutti gli anni ’40 e ’50 canzoni popolari, riviste e le prime pubblicità, non fecero altro che consolidare questo soprannome, fino a quando, negli anni ’70 “The Big Apple” è stato ufficialmente adottato dall’ufficio del turismo della città di New York, conosciuto anche come NYC & Company.

Nel 1997 il sindaco Rudoplh Giuliani designò l’angolo tra la 54a Strada e Broadway – dove John J. Fitz Gerald visse tra il 1934 ed il 1963 – come il “Big Apple Corner”.

7b39dbca14780a83153743ca9d1ca8ea

Il dolce classico per eccellenza. Leggi tutto →

_WHL4231 copia
Nel corso dei secoli, dei millenni, di storie, di culture, di avventure, la MELA ha attraversato mondi. Ha influenzato scrittori, poeti, scienziati e ingegneri informatici.

All’inizio fu la mela.
Adamo ed Eva commisero il primo peccato e vennero cacciati dal Paradiso Terrestre.

Leggi tutto →

1780699_631405256913685_299486865_n2
Piccole curiosità culinarie sul frutto per eccellenza.
La mela.
Possiamo utilizzare questo frutto per numerose preparazioni: dalle torte, allo strudel, nelle frittelle, le mele caramellate, marmellate, macedonie.
Ancora poco diffuso in Italia è l’uso della mela nelle ricette salate: nelle insalate, nel risotto, nei ripieni di pasta fresca. Utilizzata anche in ricette con l’utilizzo di curry, con maiale o fegato. Leggi tutto →